Ospiti in sala - Filarmonica_Trento

filetto
logo
filo
Vai ai contenuti
Appuntamenti in Sala Filarmonica
via Verdi 30 - Trento
30 maggio

 
ore 18,30: Visioni
 Immigrazione in Europa ed il suo stato sociale: miti e realtà
 Alberto Alesina
 introduce Paola Pica

Il recente ingente flusso migratorio in Europa genera una reazione culturale contro gli immigrati e la sensazione che essi traggano eccessivo vantaggio dallo stato sociale dei paesi più ricchi. La discussione si basa di frequente non su dati reali ma su stereotipi e informazioni incorrette, spesso accentuate dai partiti anti-immigrazione and anti-globalizzazione.
 

31 maggio

 ore 11: Alla Frontiera
Attentati terroristici e voto per la destra populista
 Francesco Giavazzi
 Introduce  Alessandro Russello

Quali sono gli effetti degli attentati terroristici sul sostegno ai partiti populisti di estrema destra? E sulla posizione dei partiti tradizionali? Uno studio basato sull’analisi dei tweet prima e dopo ogni attentato terroristico.

ore 15,30: Intersezioni
 Un'altra globalizzazione è possibile?
 Donatella Della Porta
 introduce Simone Pieranni

La globalizzazione è stata percepita da molti come responsabile di crescenti diseguaglianze sociali e insoddisfazione politica, che sono state ulteriormente accentuate nel corso della Grande Recessione. La critica alla globalizzazione assume comunque caratteristiche molto differenti, con risposte che vanno dal populismo xenofobo alla proposta di una “altra globalizzazione”, dal basso e inclusiva.
 
ore 17,00: Nella Storia
 Come nascono le Nazioni (e perchè ritornano i nazionalismi)
 Alberto Mario Banti
 introduce Simonetta Fiori

Dalla continuità di sangue alla contiguità di suolo, c’è un filo rosso che unisce tutti i nazionalismi, di ieri e di oggi. E che inizia con la costruzione reale e simbolica delle nazioni moderne, come l’Italia.

1 giugno

ore 11: Visioni
Populismo e società civile
 Antonio Spilimbergo
 introduce Paolo Morando

I populisti sostengono di essere i soli rappresentanti legittimi del Popolo. In questa visione che ruolo hanno i corpi intermedi (inclusi i sindacati, le associazioni, ecc.) fondamentali nella democrazia liberale? Lezioni dall’Europa, dove i corpi intermedi hanno a lungo giocato un ruolo fondamentale, e dall’America Latina, dove il populismo è stato di casa per molto tempo.

ore 14,30: Dialoghi
 Populismo digitale. La politica nell'età del web
 Mauro Calise - Stefano Zanero
 coordina Jacopo Iacoboni

Internet ha trasformato radicalmente le regole del gioco politico. In rete sono nati nuovi partiti e movimenti e i social network si identificano ormai largamente con l’opinione pubblica. La costruzione del consenso sul web utilizza strumenti visibili e accessibili ma anche mezzi nascosti e disponibili a pochi... che è bene conoscere.
 
ore 16,30: Confronti
 Scopri, esplora, analizza. La finanza pubblica accessibile a tutti
 presentazione del portale OpenBDAP, a cura della Ragioneria Generale dello Stato
 introduce e coordina Pino Donghi
 intervengono Carlo Cottarelli, Carmine Di Nuzzo, Federico Falcitelli, Daniele Franco, Enrico Giovannini

Il Portale OpenBDAP si inserisce in un'ampia iniziativa della Ragioneria Generale dello Stato intesa a sviluppare e aggiornare, attorno ai suoi sistemi informatici, un ecosistema di dati, nonché di forme e metodi di analisi e diffusione. Realizzato per costituire un unico punto di accesso ai dati di contabilità e finanza pubblica, è a disposizione dei cittadini, così come degli specialisti interessati alla disponibilità di dati analitici certificati per le proprie elaborazioni.
ore 18: Dialoghi
 Reddito di cittadinanza e regole europee
 Tommaso Monacelli - Pasquale Tridico
 coordina Dario Laruffa

Può il reddito di cittadinanza concederci maggiore flessibilità di bilancio rispettando le regole europee? Quali i suoi probabili effetti su forza lavoro, disoccupazione e reddito nazionale?
 
2 giugno

 ore 12: Visioni
 L’Europa da costruire: più opportunità che vincoli
 Ignazio Visco
 introduce Ferruccio De Bortoli, Valentina Romei

 L’Europa è in stallo: molte lodevoli intenzioni e dichiarazioni ma pochi atti concreti. La difesa, spesso di corto respiro, degli interessi nazionali, anche nella gestione delle politiche economiche e finanziarie, non deve ostacolare la definizione degli strumenti indispensabili per una efficace governance comune, l’unica che può affrontare efficacemente i problemi posti dalla globalizzazione, dagli andamenti demografici e da cambiamenti tecnologici senza precedenti.
filo
Torna ai contenuti